mercoledì, Luglio 24, 2024
More

    Lucio Carato: “Equinozio” è il nuovo album del producer bolognese

    Share

    In un’epoca in cui la musica sembra essere sempre più digitale, Lucio Carato sfida le convenzioni con il suo nuovo album “Equinozio”, uscito oggi per Spalato Wyale in digitale e in edizione limitata su cassetta.

    Il produttore musicale ha fatto un uso massiccio di sintetizzatori, drum machine e campionatori, e ha registrato tutto con macchine analogiche. Il risultato è un’opera che richiama alla mente le colonne sonore dei film di fantascienza degli anni ’80 e l’hip hop strumentale più onirico e notturno.

    Ma cosa ha spinto Lucio Carato a intraprendere questo viaggio sonoro? “Circa tre anni fa ho iniziato una ricerca musicale che mi ha portato a esplorare il mondo analogico”, ha dichiarato l’artista. “La musica che ho ascoltato in quel periodo ha avuto una grande influenza sul mio lavoro, soprattutto i dischi degli anni ’80. Registravo i brani senza pensarci troppo, ma una volta che ho messo mano alle singole tracce, mi sono reso conto di avere il materiale per creare un album coeso e in linea con il mio percorso musicale”.

    Lucio ha suonato tutti gli strumenti da solo, sperimentando con bobine e loop station per ottenere un suono più fisico e organico possibile. Il processo di arrangiamento delle tracce è stato lungo e impegnativo, ma il risultato finale è stato più che soddisfacente.

    Il lavoro di Lucio Carato si inserisce perfettamente nel catalogo di Spalato Wyale, l’etichetta di Filippo e Michele Papetti nata nel 2021. “Equinozio” è infatti la quattordicesima uscita dell’etichetta, stampata solo su cassetta per rispondere alle esigenze dei fratelli Papetti.

    Ma non è solo la musica ad essere importante in questo progetto. L’artwork di Michele Papetti, con la sua atmosfera vintage da fantascienza, si fonde perfettamente con le sonorità del disco, creando un’esperienza visiva e uditiva completa.

    “Equinozio” è un album che rappresenta un equilibrio perfetto tra passato e presente, tra digitale e analogico, tra suono e immagine.

    Forse ti può interessare...

    Qualche bel concerto...