martedì, Giugno 25, 2024
More

    EGREEN: fuori oggi l’album “Bellissimo”, un tributo a Kaos interamente prodotto da SICK BUDD

    Share

    Egreen ha pubblicato a sorpresa il suo nuovo album “BELLISSIMO” insieme al produttore milanese Sick Budd, disponibile su tutte le piattaforme digitali da indipendente. Questo nuovo disco è un omaggio a Kaos One, un artista fondamentale per la cultura hip hop degli anni ’90 in Italia.

    “BELLISSIMO” è tributo non autorizzato, un riconoscimento dovuto al messaggio che Kaos One ha reso indelebile con alcuni dei suoi dischi come “Fastidio”, “L’Attesa” e “Melma & Merda”. L’album è una presa di coscienza sul fatto che, nonostante l’inesorabile passaggio del tempo, è importante marchiare col fuoco nella memoria storica collettiva determinati momenti e personaggi.

    E gli sono debitore per questo.
    Rimani sempre fedele, qualsiasi cosa accada.
    A parte tutto, lui ed io apparteniamo a differenti antiche tribù
    e ora siamo quasi estinti”
    (Tratto dall’intro dell’album)

    Il disco è fuori dal tempo, fuori dalle dinamiche della bolla dei vincitori nella musica, con citazioni cupe, un timbro di voce severo, sample sporchi e batterie riverberate. Questo album rappresenta un traguardo artistico e collaborativo per entrambi gli artisti, che hanno deciso di raccontare una storia attraverso campionamenti e citazioni svariate.

    Le parole di Egreen sul nuovo album:

    “A giugno del 2022 ho stretto un rapporto dapprima umano con Jacopo “Sick Budd”, dettato da una grande passione in comune verso un certo tipo di rap, lui come me è prima un fan di “questa cosa”. Abbiamo percorsi differenti e ci separano diversi anni di età ma alla radice c’è un gran rispetto per la musica e per alcuni capitoli “fondamentali” di questo genere. Il disco è una presa di coscienza sul fatto che contestualizzato alle dinamiche di una scena musicale, nonostante l’inesorabile passaggio del tempo chiuda cicli e si metta alle spalle ciò che è stato, è importante marchiare col fuoco nella memoria storica collettiva determinati momenti e personaggi, a volte non per mano dei diretti interessati ma attraverso gli occhi di chi ha dapprima vissuto dall’esterno, poi interpretato e solo in un secondo momento assimilato e reso “proprio”, applicato all’esecuzione di una determinata disciplina artistica, quanto sia stato “inciso” dai suoi predecessori, appunto”.

    Per Sick Budd, “Bellissimo” rappresenta il sound che lo ha cresciuto e la possibilità di dare un contributo alla cultura underground rap di questo periodo. Nonostante i successi raggiunti con il progetto suo e di Silent Bob, aveva ancora voglia di “sporcarsi le mani” con il rap nudo e crudo.

    “Bellissimo è quel disco che avrò sempre bisogno di produrre perché questo è il sound che mi ha cresciuto. Per me fare questo disco è stato essenziale per potere dare un contributo alla cultura underground rap di questo periodo che ha un sostanziale bisogno di risveglio. Nonostante qualche disco d’oro e i milioni di ascolti raggiunti con il progetto mio e di Silent Bob, avevo ancora voglia di “sporcarmi le mani” (citando una barra di Nicolas) con il rap nudo e crudo. Se non si fanno anche dischi solo per passione, ti muore la creatività dentro. Per me è il raggiungimento di un traguardo artistico e collaborativo. Non avevo interesse a dare beat random a Nicolas, ma molto di più a realizzare qualcosa di più grande e ambizioso: raccontare una storia. Campionamenti e citazioni svariate: penso che ne avevamo bisogno un po’ tutti come avevamo bisogno di aprire gli occhi su questo panorama musicale più da vicino”.Sick Budd

    Forse ti può interessare...

    Qualche bel concerto...