domenica, Ottobre 2, 2022
More

    BINARIO4: il video ispirato a Peaky Blinders è “SHELBY”, fuori ora

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    12,560FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    È uscito il video dei Binario 4 “Shelby” diretto da Gabriele Rosciglione, con l’aiuto di Luca Di Paolo e Dario Tarquini e disponibile sul canale YouTube del duo romano.

    Il video esce a qualche giorno di distanza dalla pubblicazione del singolo, prodotto dagli stessi Binario 4, sulle piattaforme di streaming è si ispira alla famosa serie TV Peaky Blinders. Ambientato negli anni ’30 in un pub dei bassifondi della città inglese di Birmingham, racconta la storia di una famiglia di gitani, gli Shelby, che tra alcool, denaro sporco, pugni e belle signore, cerca di riscattare il proprio ruolo di potere nella politica e nella società.

    Il videoclip introduce lo spettatore a quello che sarà il viaggio nel tempo proposto da “TIMEBOX” il concept album dei Binario 4 nel quale Chef e Yui Freeman porteranno l’ascoltatore in un viaggio del tempo a partire proprio dagli anni ’30 fino a dare uno sguardo nel futuro percorrendo così un secolo intero di sound.

    Un progetto ambizioso quello di Chef (Leonardo Bernabucci) Yui Freeman (Yuri Capraro), rispettivamente di 28 e 27 anni che commentano così il loro primo singolo “Shelby”:

    “Con il nostro singolo d’esordio come duo volevamo trattare importanti temi attuali e di interesse comune, rimanendo semplici e comprensibili, provando ad offrire un prodotto che fosse anche divertente e di intrattenimento”.

      
    La regia del video è stata affidata a Gabriele Rosciglione, con l’aiuto di Luca Di Paolo e Dario Tarquini, costumi e make up invece sono rispettivamente di Luna Mastrantonio e Gaia Colonna.

    Con “Shelby” i Binario 4 esordiscono come duo, Chef e Yui Freeman sono così pronti al primo album “TIMEBOX” in uscita venerdì 28 gennaio su Spotify e tutti i canali di streaming con distribuzione Artist First.

    “Richiamo tutti all’ordine per ordine dei Peaky Blinders
    Non vola più una rondine per ordine dei Peaky Blinders”