lunedì, Giugno 14, 2021
More

    Vettosi ha pubblicato il video del nuovo singolo “50 Colpi”

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    14,277FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    Da oggi è disponibile il video ufficiale di “50 Colpi”, il nuovo singolo di Vettosi, prodotto da Italia Concerti e Thaurus, fuori per Island Records.

    Classe 2003 nato a Napoli, Vettosi è uno degli emergenti che più si è fatto notare negli ultimi mesi. Dopo l’ottima accoglienza riservata a “Strada”, il primo singolo del suo nuovo percorso, il rapper partenopeo ha preso parte all’iconico “Fastlife 4” di Guè Pequeno, collaborando in “Marco da Tropoja” e dimostrando il suo talento da liricista, suggellato dallo stesso Guè. A qualche settimana da “Nun e Vec”, la sua seconda uscita ufficiale, e a “Pussy” in “Djungle” di TY1, arriva il terzo singolo in poco più di due mesi, a confermare la voglia di farsi sentire: questa volta è il turno di “50 Colpi”.

    Prodotta da Ceru 167, “50 Colpi” è il racconto di ciò che si cela tra il bene e il male, in un limbo sottile e poco esplorato, che svela una nuova sfaccettatura della scrittura di Vettosi. Il sound che ammicca alla drill, cupo ma frenetico, è la confessione di chi sa di essere come è, e cerca di essere perdonato in virtù della propria natura. “50 Colpi” è la storia di chi non ha paura di difendersi, ma spesso deve fare i conti con la forza della propria reazione.

    50 Colpi è un viaggio nella violenza, con una piccola parentesi di remissione, un po’ come racconta il film “La Haine “ , che ho voluto citare nell’intro, quasi a dare una sorta di chiave di lettura del video. Anche il look di Vettosi – curato da Francesco Tizzano – rimanda al legame indissolubile tra la violenza e la morte. Non a caso la scena è stata girata nella chiesa di S. Maria delle anime al purgatorio, dove il popolo napoletano pregava per le anime  rimaste nel limbo, per garantire loro il passaggio in paradiso” racconta Johnny Dama, il regista, riguardo al videoclip.

    Se cerchi la luce, al buio spari per difenderti, e spesso fai più male di chi vorrebbe fartene. Cerchi perdono, il male ti mangia e cerchi di salvarti” – Vettosi