lunedì, Ottobre 25, 2021
More

    Ascolta “Neanderthal” il nuovo Ep di Rafilù aka Baraccano

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    14,277FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    Esce oggi venerdì 12 marzo “Neanderthal”, il nuovo EP di Rafilù aka Barracano disponibile su Spotify, apple Music, Amazon Music e tutte le piattaforme digitali per Pluggers e LuckyBeardRec.

    L’artista casertano classe ’97 torna con un progetto nuovo dopo il suo esordio del 2019 “Il Figlio Di Scar” e alcune collaborazioni con Massimo Pericolo, Speranza, Chicoria, Touché e No Label. “Neanderthal” è un EP composto da quattro canzoni in cui la poesia di strada di Rafilù tocca diverse sfumature della sua realtà, dall’amore alla necessità di emanciparsi da un contesto sociale difficile.

    Con i suoi versi crudi e la sua visione romantica dell’epica di strada, le quattro canzoni di Rafilù arrivano come uno pugno allo stomaco dell’ascoltatore e in questo viaggio chiamato “Neanderthal” troviamo ad accompagnarlo il suo produttore fidato Simoo in “Beviamo” e “Bellucci”, Crookers in “Pusheraggio” e Goedi che insieme ai precedenti due cura la coproduzione di “Fuorilegge 2”. Quest’ultima è una nuova versione di una canzone di Rafilù che viene riproposta con un beat drill e con il featuring di Silent Bob, Joe Scacchi e Hosawa, tre talenti dello street rap, tutti uniti per un banger potentissimo.
     

    “Come Pino Mauro son Fuorilegge
    Mamma ho Caserta che mi protegge
    A me nessuno che mi corregge
    Pecora nera fuori dal gregge”

    La scelta del titolo dell’EP, “Neanderthal” arriva dalla sensazione dell’artista casertano di sentirsi diverso dal resto del mondo, dagli Homo Sapiens, anche nei lineamenti. Raffaele (questo il suo vero nome) è primitivo, non ha un buon rapporto con le tecnologie, con tutto ciò che non è naturale e tutto ciò si può capire anche dalle sue rime nelle quattro canzoni che compongono l’EP.

    Rafilù aka Barracano è un poeta di strada unico nel suo genere e con “Neanderthal EP” fa un ritorno d’impatto dopo quasi un anno e mezzo dall’uscita del suo esordio con “Il Figlio di Scar”, ancora una volta in collaborazione con Pluggers e LuckyBeardRec.