lunedì, Marzo 8, 2021
More

    Pizza Talk: il rap italiano sbarca su ClubHouse

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    14,277FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    Nelle ultime due settimane il web è stato sconvolto dal terremoto targato ClubHouse. Si tratta di un social network che negli ultimi giorni è esploso nel nostro paese, dopo essersi diffuso negli scorsi mesi negli Stati Uniti. Una sorta di podcast interattivo, che coinvolge gli utenti presenti, portando il 100% del focus sulla voce e sui contenuti, tralasciando l’immagine e la componente visual. 

    Pizza Talk è il primo club sulla piattaforma dedicato al mondo della musica urban e rap, italiana e internazionale, fondato da un gruppo di addetti ai lavori del settore.
    Nato in America e vietato ai minori di 18 anni, ClubHouse in poco tempo ha superato la soglia dei due milioni di utenti, e si sta diffondendo a macchia d’olio anche nel nostro paese. Il sistema di room e topic lo rende l’ideale per discutere di un’ampia gamma di argomenti, coinvolgendo leader d’opinione e figure di rilievo di ciascun settore, che riescono ad instaurare un rapporto più orizzontale con gli interessati e i fan.
    Pizza Talk nasce per portare i contenuti relativi al mondo della musica e del lifestyle urban su ClubHouse.

    Nato da un semplice hashtag pensato da Rewake, noto youtuber di Genova, attorno all’idea di Pizza Talk si è solidificato un nucleo di speaker e moderatori quasi integralmente formato da addetti ai lavori: troviamo infatti nelle stanze di Pizza Talk professionalità quali Lorenzo Ferri (TRX Radio), Michelangelo Arrigoni (artist manager di Rosa Chemical e altri), Alessandro ‘Sgamo’ Nuzzo (tra i principali DJ italiani), Riccardo Primavera (editor per Rolling Stone, Vice, Outpump), Disa (Fuckyourclique, fondatore del Fuckyourparty) e Winston Adom (TRX Radio, manager).

    L’obiettivo della neonata realtà è quello di creare un ambiente fertile e senza frontiere per discutere di ciò che succede nel mondo del rap e della musica urban su scala globale, coinvolgendo artisti e figure di primo piano del settore. La piattaforma è stata presa immediatamente d’assalto da tanti artisti mainstream e addetti al settore, molti dei quali sono entrati nelle neonate stanze moderate dal team di Pizza Talk, sempre molto seguite soprattutto la sera.

    Una moltitudine di voci, prospettive e punti di vista, che si incontrano e si confrontano sulle tematiche più interessanti del momento, coinvolgendo ascoltatori interessati. Il risultato finale è un confronto peer to peer che arricchisce i presenti e stimola la creazione di nuovi contenuti, annullando la distanza tra creativo e pubblico, tra artista e fan, aprendo una finestra sulle riflessioni e sui pensieri di tanti artisti altrimenti lontani dal pubblico.
    Pizza Talk nelle prossime settimane darà vita ad un programma articolato e un palinsesto ricco di appuntamenti, che coinvolgeranno artisti e addetti ai lavori, creando una line up in grado di portare contenuti unici sulla piattaforma. ClubHouse è pronto a trasformarsi nel nuovo hub creativo per eccellenza del mondo del rap e urban italiano, sotto l’ombrello di Pizza Talk.