giovedì, Aprile 22, 2021
More

    Breakthrough Artist of 2020: Megan Thee Stallion

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    14,277FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    Nel 2019 Apple ha presentato la prima edizione degli Apple Music Awards, per celebrare gli artisti che, secondo la redazione di Apple Music e gli ascoltatori su questa piattaforma, si sono distinti in cinque categorie istituendone i corrispettivi premi: Global Artist of the Year Award, Breakthrough Artist of the Year Award, Songwriter of the Year Award, Top Song of the Year Award e Top Album of the Year Award. L’inaugurazione degli Apple Music Awards si è svolta il 4 dicembre presso lo Steve Jobs Theater situato all’interno dell’Apple Park di Cupertino [CA, U.S.A.]; lì Billie Eilish, vincitrice dei premi Global Artist of the Year, Top Album of the Year ed insieme a FINNEAS del premio Songwriter of the Year, si è esibita in una performance unplugged accompagnata dal fratello alla chitarra. I vincitori nelle altre due categorie sono stati Lil Nas X per la miglior canzone dell’anno con la sua Old Town Road e Lizzo come artista rivelazione dell’anno. 

    La seconda edizione del 2020 ha riservato a Lil Baby il premio Global Artist of the Year, a Taylor Swift il Songwriter of the Year, a Roddy Ricch i Top Album of the Year & Top Song of the Year Awards per l’album Please Excuse Me For Being Antisocial ed il singolo The Box, ed infine il premio Breakthrough Artist of the Year a Megan Thee Stallion. I quattro vincitori sono stati celebrati con una serie di interviste, performance e contenuti esclusivi rilasciati su Apple Music ed Apple TV dal 14 al 18 dicembre e fruibili dai clienti delle piattaforme.

    Quello di Megan Thee Stallion è uno spettacolo esplosivo, nel quale la rapper di Houston ha portato in scena i brani Realer, Girls in the Hood, Cash Shit, Don’t Stop, Savage Remix (feat Beyoncé) e Body. Il video della performance si apre con un gruppo di uomini a cavallo, frammento che introduce al pubblico il setting: un ippodromo proprietà di Houston [infatti facendo attenzione all’insegna che campeggia sullo sfondo si legge la scritta Houston’s own]. È interessante notare che l’ambientazione non è casuale, in quanto la città è famosa per lo Houston Livestock Show and Rodeo, evento annuale in cui si svolge la maggiore mostra di bestiame e competizione di rodeo a livello mondiale. 

    Megan sceglie inoltre di rappresentare e rappresentarsi con la comunità nera facendosi accompagnare nell’esibizione da ballerine/i nere/i. L’artista ha sostenuto esplicitamente il movimento Black Lives Matter in un’altra performance, dei primi di ottobre, al Saturday Night Live, varietà trasmesso in seconda serata negli Stati Uniti. Accompagnata anche lì da alcune ballerine nere, si é esibita con Savage Remix su un set caratterizzato dalla scritta PROTECT BLACK WOMEN proiettata sullo sfondo, e dopo il ritornello della canzone ha lasciato spazio alle voci di Malcolm X

    The most disrespected unprotected neglected person in America is the black woman. Who taught you to hate the texture of your hair, the color of your skin and the shape of your nose? Who taught you to hate yourself from the top of your head to the soles of your feet?

    La persona meno rispettata, protetta e considerata in America è la donna nera. Chi ti ha insegnato ad odiare l’aspetto dei tuoi capelli, il colore della tua pelle e la forma del tuo naso? Chi ti ha insegnato ad odiare te stessa da capo a piedi?

    e dell’attivista Tamika Mallory, ritagliando le sue parole contro Daniel Cameron, procuratore generale afroamericano del Kentucky coinvolto nella gestione del caso Breonna Taylor

    Daniel Cameron is no different than the sellout negroes that sold our people into slavery

    Daniel Cameron non è diverso da quei ne*ri venduti che hanno venduto schiava la nostra gente.

    Ha quindi lanciato un messaggio al pubblico:

    We need to protect our black women, and love our black women, ‘cause at the end of the day we need our black women! We need to protect our black men, and stand up our black men, ‘cause at the end of the day we’re tired of seeing hashtags of our black men!


    Abbiamo bisogno di proteggere le nostre donne nere, e di amare le nostre donne nere, perché alla fine della giornata abbiamo bisogno delle nostre donne nere! Abbiamo bisogno di proteggere i nostri uomini neri, e sostenere i nostri uomini neri, perché alla fine della giornata siamo stanchi di vedere hashtag dei nostri uomini neri!

    per poi proseguire a cantare il pezzo.

    Megan si fa portavoce anche di un messaggio di self-love e accettazione del proprio corpo con il brano Body, ottava traccia del suo album di debutto Good News rilasciato a novembre. I movimenti di twerking, parte integrante della sua esibizione agli Apple Music Awards come delle altre, ricordano a tutte le donne e ragazze il proprio sacrosanto diritto a fare con il proprio corpo ciò che vogliono concependolo come uno strumento per esprimersi senza mezzi termini e dotato di una sessualità subordinata al proprio piacere, non a quello maschile. Questo era anche l’intento di WAP, singolo di Cardi B featuring Megan Thee Stallion pubblicato in agosto: la rivendicazione del piacere sessuale femminile, con una volontà di affermarlo e imporlo su quella società maschilista che in passato non vi ha dato peso.

    In conclusione la freschezza dei suoi contenuti unita alla sua capacità di autodeterminazione non potevano che condurre Meg Thee Stallion a conquistare il Breakthrough Artist of the Year Award [Premio Artista Rivelazione dell’Anno].

    Irene
    Nata nel 2000, pugliese. Da lungo tempo scrivere è per me terapeutico. La musica mi offre continuamente nuovi stimoli ed ha in pugno la mia attenzione.