Share
Home Rap Italiano “Monstertrack”: l’esperimento crossover di Greve & Croma diventa un disco ufficiale, sotto...

“Monstertrack”: l’esperimento crossover di Greve & Croma diventa un disco ufficiale, sotto il nome di Brutal Philosophy

SEGUICI

5,128FansLike
14,277FollowersFollow
84SubscribersSubscribe
Share

Monstertrack” è il titolo del nuovo disco dei Brutal Philosophy, disponibile sul canale Youtube della band, e presto su Spotify, digital store e in copia fisica in tiratura limitata.

Nato come un side project di Greve & Croma – “Brutal Philosophy” è il titolo del loro disco di coppia del 2013 -, figlio dell’idea di portare sul palco un approccio ai live più hardcore e crossover, il progetto Brutal Philosophy è diventato una band a tutti gli effetti. Il primo disco del gruppo è composto da una formazione che vede Greve e Croma alle voci, Raphael Saini(Cripple Bastards) alla batteria, Alberto Bandino alla chitarra e al basso, Dj Grappo ai giradischi. Il quintetto ha dato vita ad un disco che unisce tutte le influenze musicali che li hanno accompagnati nelle rispettive carriere soliste: c’è il rap, c’è il rock, c’è il punk, c’è il metal grindcore, ci sono i sample, ci sono gli scratch e molto altro ancora. Il comune denominatore dell’intero lavoro è l’approccio: “Monstertrack” è un disco hardcore fino al midollo. Greve & Croma non hanno paura di sporcarsi le mani, di spingersi al limite tanto dal punto di vista vocale quanto lirico, di provocare, di lasciare il segno. Le strumentali si avventurano in territori poco esplorati dal rap italiano, con l’intenzione di creare un progetto estremamente curato, destinato a quella nicchia di mercato appassionata a questo tipo di produzioni. L’uscita del disco è inoltre accompagnata dal singolo di lancio “Tienitelo stretto”, il cui video ufficiale è diretto da Mattia Di Matera.

“Monstertrack” è stato registrato al Souledge Studio di Torino e mixato e masterizzato al Cut Fire Studio di Cagliari. L’artwork è a cura di Nanà Oktopus Dalla Porta.

Questo progetto è la semplice dimostrazione che la musica unisce. Ci siamo completamente disinteressati di cosa vada per la maggiore in questo periodo storico, abbiamo solo voluto creare qualcosa che ci rappresentasse tutti. Qualcosa che incarnasse tutte le sfaccettature dell’hardcore” – Brutal Philosophy

Brutal Philosophy prende il nome dal primo disco in coppia di Greve & Croma, pubblicato nel 2013. L’idea iniziale vedeva Raphael Saini affiancare Greve, Croma e Dj Grappo durante il tour del disco, aggiungendo la batteria acustica all’esperienza live. Da quell’idea nasce poi un primo singolo, “Puntare a perdere pt.2”, pubblicato nel 2017. Il successivo ingresso di Alberto Bandino nel gruppo ha concretizzato la possibilità di realizzare un intero progetto, “Monstertrack”.

Share
Share