Share
Home News hot L’ultima fatica di Nitro: GarbAge

L’ultima fatica di Nitro: GarbAge

SEGUICI

5,153FansLike
14,389FollowersFollow
84SubscribersSubscribe
Share

A poco più di due anni dall’uscita di No Comment, Nitro si raccoglie in un nuovo progetto musicale. GarbAge, il titolo scelto per questo vaso di Pandora, sintetizza sapientemente un concept che si cela dietro i contenuti dell’album: l’età della spazzatura. La copertina materializza l’idea; è una fotografia che ritrae Nitro sdraiato sopra un ammasso di sacchi di plastica pieni di rifiuti, il quale assume la forma di un trono nella parte superiore.

A spuntare dalla macabra composizione grandi tubi, carrelli, un bidone, ed un manichino femminile senza testa. Il riferimento al tema attuale dell’inquinamento é solo il punto di partenza per il volo che puoi fare con la mente. Qui, dalla poltrona, nell’epoca dell’effimero, sai bene cosa sta pian piano inquinando il tuo benessere. È una pressione cui sei sottoposto giornalmente, un’ansia silenziosa ma che lavora dentro di te, quella luce che ti fa dormire male la notte. La dimensione virtuale dei social e la bombardante informazione dei mass media hanno un impatto innegabile sul nostro stile di vita, sulla quotidianità, facendosi strada nei nostri pensieri ed attingendo alla sfera del sentire invidia, intolleranza, odio, con la possibilità di attribuirci così noi stessi un senso di inferiorità o superiorità. Con un pubblico più o meno grande, sei il tuo avatar performante in un’immagine che loro vedranno nell’arco di ventiquattro ore.

In questo senso, GarbAge ci suggerisce che la spazzatura della nostra età é sì concreta ma anche virtuale e mediatica. Ed ancora, in un momento storico in cui si solleva l’attenzione sulla salute mentale, la psiche cade in pensieri circolari, ansie personali, in un disagio che si potrebbe definire come una sorta di spazzatura emotiva. Ma c’è una buona notizia: i rifiuti possono essere riciclati, i social network possono essere utilizzati con moderazione e per scopi utili e positivi, e l’ansia può essere incanalata verso una presa di coscienza, una riflessione, in un cambiamento e nell’arte. Da questo punto di vista allora, GarbAge non racchiude semplicemente un messaggio importante, ma accende una speranza.

La fatica di Nicola scivola in quattordici tracce, di cui otto collaborazioni, con una produzione variegata. É la forza del progetto aver coinvolto tanti ed aver sperimentato con ciascuno tirando fuori il meglio di sé.

La scelta sonora è estremamente ricercata, con le produzioni trasformiste della title track GarbAge (prod. Strage & Stabber) e di No privacy / No caption needed (prod. Yazee) insieme alla cantautrice Joan Thiele, poi la chitarra grunge di Avvoltoi (prod. Crvel & Stabber) con Fabri Fibra passando per il soul in Saturno (prod. Strage). Trascinanti le percussioni latine di “Gostoso” (prod. Andry The Hitmaker) con Giaime e, per concludere, non meno degni di nota sono il beat sintetico e dritto – classicamente hip hop – su cui si svolge l’extrabeat, di MURDAMURDAMURDA (prod. Stabber) featuring Ocean Wisdom, Ward 21 & Victor Kwality, che si scontra con il minimalismo dark di RAP SHIT (prod. Stabber) feat. Tha Supreme & Gemitaiz.

Oggi che il trend musicale si rinnova velocemente per la ricettività del pubblico ed anche l’industria discografica non sembra estranea al fenomeno del consumismo, non sappiamo se questo sia il disco dell’anno né del secolo, ma possiamo dire con certezza che Nitro ha realizzato un prodotto durevole. E questo è l’importante.

Share
Irenze
Nata nel 2000, pugliese. Da lungo tempo scrivere è per me terapeutico. La musica mi offre continuamente nuovi stimoli ed ha in pugno la mia attenzione.
Share