Share
Home News hot “Mattoni”: il nuovo album di Night Skinny lascia il segno.

“Mattoni”: il nuovo album di Night Skinny lascia il segno.

SEGUICI

5,172FansLike
15,688FollowersFollow
76SubscribersSubscribe
Share

Settimana scorsa è stato rilasciato ufficialmente il nuovo attesissimo album di Night Skinny.
Noi di HHST diamo stati ospitati negli studi della Universal Music di Milano per la conferenza stampa in cui sono state descritte le linee artistiche che hanno portato alla creazione di quest’ultimo interessantissimo progetto.

Soltanto pochi giorni prima erano stati rivelati i nomi dei 26 rapper che hanno collaborato con Night Skinny per la realizzazione del suo quarto album in studio, molti di loro già presenti nell’album “Pezzi”, che nel 2017 consacrò definitivamente Night Skinny come producer nel panorama hip hop nazionale.
La scelta dei rapper, infatti, non è stata casuale, ma è stata pensata sia per richiamare le
passate collaborazioni con gli artisti storici del panorama rap, sia per coinvolgere i portavoce della nuova generazione di musicisti, con l’intento di scattare un’istantanea di quella che è la scena rap italiana oggi.

Ci è stato possibile confrontarci direttamente con il producer molisano ed il suo staff, i quali ci hanno parlato del complicato processo che ha avuto inizio negli studi di registrazione di New York e che ha portato allo sviluppo delle 16 tracce pubblicate con “Mattoni” per la Island Records / Universal Music. Già dal titolo è possibile intuire l’evoluzione del pensiero artistico di Luca Pace (vero nome di Night Skinny), che dalla visione frammentata e scomposta della realtà circostante che caratterizzava “Pezzi” è giunto all’idea di solidità e di compattezza presente in “Mattoni”.

<<Credo nella solidità del progetto>> ha sottolineato più volte il producer.

<<Faccio fatica a comprendere. In tanti parlano di un periodo noioso, in cui la musica si è omologata a dei canoni monotoni e ripetitivi. Non capisco, francamente. Credo si tratti di un luogo comune, di uno stereotipo nel senso più puro del termine. Questo è un momento
fantastico, in cui c’è tanta musica e in cui accedervi è facilissimo. Basterebbe sporgersi un
pochino al di là del proprio cilindro per accorgersi di quanta musica c’è in giro. Probabilmente si ha paura del nuovo e si crede che esso distrugga il passato. Così non è. Era il 24 settembre 2018 quando ho iniziato a pensare al disco. Ero a New York, la capitale assoluta di questa musica. New York è una città dove passato, presente e futuro vanno a braccetto. Dove convivono la magnificenza del passato della Statua della Libertà e l’ambizione del più incredibile futuro di un supermercato senza casse. Questo progetto nasce dal sogno di creare musica eterna. Ho provato a raccontare la bellezza del passato e del presente, ma il mio più grande desiderio è quello di contribuire a creare il futuro>>.

Night Skinny.

Per quanto riguarda la produzione, Night Skinny spiega di aver lasciato carta bianca ai rapper, che in tal modo sono stati liberi di esprimere tutta la loro personalità a 360°. Tra le
collaborazioni ritroviamo: Noyz Narcos, Marracash, Capo Plaza, Guè Pequeno, Fabri Fibra, Rkomi, Luchè, Ernia, Quentin40, Tedua, Lazza, Ketama126, Side Baby, Speranza, Shiva, Franco126, Izi, Jake La Furia, Taxi B, Madame, Vale Lambo, Lele Blade, Coco, Geolier, Chadia Rodriguez e Achille Lauro.

Purtroppo, al momento di live non se ne parla, ma per chi non l’avesse notato all’interno della fantastica cover stile anni ’90 curata da Giorgio “GDS” Di Salvo è presente un messaggio subliminale che verrà svelato prossimamente dall’artista!

Share
Rosa Gravagnuolo
Tutto ha avuto inizio in un giorno qualunque, quando una timida bambina dagli occhi scuri e la pelle chiara venne alla luce dalle fiamme ardenti del fuoco. Sin da quando iniziò a muovere i suoi primi passi, Cabiria fu ammaliata dalla musica e dalla vita. Da allora, non ha mai smesso di amare l'arte in tutte le sue forme.
Share