Share
Home Giaime Il rap secondo Giaime, l'Intervista.

Il rap secondo Giaime, l’Intervista.

SEGUICI

5,172FansLike
15,688FollowersFollow
76SubscribersSubscribe
Share

Sono vari anni che Giaime Mula, Giame, non pubblica un album ufficiale. Tuttavia l’artista da fine 2016- inizio 2017, complice l’affiatamento e la complicità trovata nella persona di Andry the Hitmaker, ha inanellato una serie di singoli di successo che contano, ad oggi, milioni di stream. Abbiamo scambiato due parole con lui presso gli uffici della Sony su alcuni aspetti della sua arte e possibili piani futuri. 

Giaime

Giame, ascoltando i tuoi singoli rilasciati dal 2017, e confermato da una tua vecchia intervista, definisci il tuo stile come originale, ed infatti fra tutti i tuoi colleghi non trovo nessuno con le stesse sonorità. Cosa significa per te fare rap? 

Fare il rap secondo me significa dedicarsi interamente ad un genere di cui ci si è innamorati. Sono dell’idea, senza mancare di rispetto a nessuno, che questo genere sia un mezzo di comunicazione, mi fossi appassionato di più alla pittura magari oggi mi avresti intervistato nelle vesti di pittore. Ho grande stima e rispetto del rap, perché è quello che ho sempre più seguito e che più mi ha toccato quando ne sono venuto a conoscenza. 

Tra i rapper italiani, vecchi e nuovi, c’è una persona o più a cui ti sei ispirato?

Sicuramente essendo cresciuto nella generazione che ascoltava i Club Dogo, Marracash, Fabri Fibra ed i Co’Sang, la mia scrittura è influenzata da questi pesi massimi del rap italiano.

E di internazionali?

Sicuramente mostri sacri come Eminem, 50 Cent,o Jay Z, uno dei rapper che ascolto più assiduamente, oppure artisti della generazione successiva come Drake o Kendrick Lamar. Della nuovissima scena mi ha colpito invece Post Malone, nonostante il suo approccio non sia del tutto rap, e la scena latina con nomi quali J Balvin oppure Bad Bunny. 

Nel rap il dualismo rapper producer è una componente imprescindibile, ed spesso dalla forza di questa squadra che nascono svariate hit, in America ad esempio Drake e 40, Future e Dj Esco, Metro Boomin e 21 Savage. Noto, al contempo, che tu e Andry the Hitmaker avete una chimica notevole quindi ti chiedo: quanto è importante che sia proprio lui a fornirti le strumentali su cui scrivere? 

Fino da oggi, da fine 2016 per l’esattezza, è la persona con cui musicalmente parlando mi sento più a mio agio. Con lui riesco a veicolare più facilmente quello che penso ed infatti con lui, dita incrociate, si è formato un duo indistruttibile. Nel senso che fra di noi vige stima reciproca dal punto di vista musicale, cosa che non riesco con qualcun altro, non perché non consideriamo altri rapper e producer ma poiché spesso si creano dei feeling dal punto di vista artistico che sono più forti di altri. 

Giaime & Andry The Hitmaker

Come è nata l’idea di Gimmy Andryx? 

Avevo appena ascoltato “Ouverture” di Lazza e se hai notato il brano ad un certo punto vira da una produzione classica ad un banger, allora ho detto Andry che mi interessava riproporre una vibe simile, unendo i nostri due nomi Gimmy e Andry, creando tracce in cui era presente questo cambio di mood. Quindi in un certo senso il merito è di Lazza ma ovviamente la costruzione della saga è merito nostro. 

Sono ormai diversi anni, sei per l’esattezza, che non rilasci un disco ufficiale. Tuttavia hai rilasciato una scia di singoli di successo tra cui ricordiamo “Fiori”, “MI Ami o NO” e “Ricco”. Cosa ci sarà in futuro? la tua strategia prevede il rilascio di altri singoli oppure c’è un album in arrivo?

Guarda preferisco non risponderti a questa domanda perché voglio riservare a quel momento l’hype giusto, se iniziassi a dire i miei piani in giro sarebbe un affrettare le cose.

Però confermi che qualcosa sta arrivando?

Certo, qualcosa arriva sempre, abbiamo avuto un periodo in cui eravamo più in ombra ma non è questo 

Noto che fra tutti i tuoi colleghi sei uno dei più silenziosi sui social media, nel senso che posti solamente contenuti riguardanti la tua musica. A cosa è dovuta questa scelta?

Proprio io come mia indole non mi interesso a mostrare altri lati della mia vita. Se poi ho la fortuna di utilizzare il profilo instagram come mezzo con cui lavorare cerco solo di mantenere una certa professionalità. Quando riuscirò ad avere un bacino di utenze maggiori ,magari inizierò a dire la mia su altri aspetti, l’importante è che ora la musica piaccia e che ci sia qualità nel materiale rilasciato. 

Cosa puoi dirci sul singolo rilasciato con Capo Plaza? Come è nata questa collaborazione? 

Io e Plaza ci conosciamo da tempo immemore, c’è sempre stata rispetto fra noi due e quindi era questione di tempo prima che nascesse una collaborazione fra noi due. Io e Andry abbiamo realizzato sto pezzo nel 2018 e una volta che abbiamo capito a quale rapper potevamo affidare una strofa abbiamo scelto Capo Plaza, e finora è stata una scelta azzeccata

Share
Melchiorre
Studente e fanatico dell'Hip-hop, ascolto tutto e tutti ma ricordati di mandarmi il link.
Share