giovedì, Marzo 4, 2021
More

    Rey Rouge racconta le “Intercettazioni” attraverso la trap.

    SEGUICISocial

    5,105FansLike
    14,277FollowersFollow
    84SubscribersSubscribe

    Rey Rouge continua a raccontare i suoi precedenti con la legge tramite la trap. Dopo “7 vite”, pezzo in cui accennava a tutte le volte in cui ha rischiato di morire, il ventiquattrenne milanese ora parla di “Intercettazioni”.

    Mattia, vero nome dell’artista, è cresciuto in periferia e, negli ultimi anni, a causa dello spaccio di stupefacenti, è stato sotto indagine: da qui deriva il titolo di questo nuovo singolo, “Intercettazioni”. Dopo il processo, attualmente Rey Rouge è sotto affidamento, lavora di giorno e la sera ha l’obbligo di tornare a casa, dunque la musica è la sua maniera di sfogarsi e liberarsi di questo passato che, anche da quando ha un figlio, ha iniziato a seppellire.

    Il brano anticipa un EP che racconta questa realtà e uscirà prossimamente per l’etichetta discografica indipendente fondata dall’artista: RGD, ossia “Ragazzi disastrati”, come il titolo di un suo vecchio pezzo.

    “La musica – dice il trapper – è un’opportunità importante di cambiamento per tutti quei ragazzi che sono cresciuti per strada o comunque senza gli agi che la maggioranza dà per scontato”.