Share
Home Claver Gold "Dentro i nostri guai": il nuovo video di Dj FastCut è con...

“Dentro i nostri guai”: il nuovo video di Dj FastCut è con Il Turco, Claver Gold e Lucci

SEGUICI

5,171FansLike
15,690FollowersFollow
76SubscribersSubscribe
Share

Dentro i nostri guai” è il titolo del secondo estratto da “Dead Poets II”, il nuovo producer album di Dj FastCut fuori per Glory Hole Records – disponibile in copia fisica su www.bucodelrap.it e dal 22/03 su Spotify e digital store.

Il nuovo singolo estratto dal nuovo disco di Dj FastCut – dopo “La risposta è sì” con gli ATPC – vede protagonisti 3 rapper di caratura assoluta, considerati tra i migliori liricisti del panorama underground (e non solo) contemporaneo: Il TurcoClaver Gold Lucci.

“Dentro i nostri guai” è un flusso di coscienza, una confessione a cuore aperto dei tre artisti, che parlano del rap e parlano al rap, rivendicandone con forza l’incisività. Il suono classico di Dj FastCut si fa deciso, scuro e incalzante, cornice perfetta per le liriche incisive del trio al microfono.

Il video di “Dentro i nostri guai”, che vede protagonisti i tre rapper, è firmato da Nicola Corradino.

Dj e produttore romano, classe ’86, Dj FastCut si avvicina all’hip hop sin da giovanissimo e nel 2005 si unisce a Sgravo e Master Joke nel gruppo Carbonara Team. Dal 2005 calcano palchi di ogni tipo, portando dal vivo il loro primo lavoro come Carbonara Team, “Tutte a 90”. Nel 2007 vincono le seleziooni dell’Hunderground Skillz e guadagnano il diritto di suonare su uno dei palchi più importanti d’Italia, quello del Da Bomb.

Poco dopo firmano il loro primo contratto con la Street Label Records, per la quale producono nel 2008 Gioventù Bruciata. Pochi mesi dopo MasterJoke esce dal gruppo e Sgravo & Dj FastCut vengono assorbiti dagli Inquilini, con i quali fanno uscire nel 2009 il mixtape Roulette Russa e nel 2010 l’album Quattro.

Nel 2011 Sgravo & Dj FastCut abbandonano gli Inquilini per cercare la loro identità e negli anni successivi rilasciano Luna Pork, Stato Brado e Lovell House Pt.1 (gli ultimi due sotto il nuovo pseudonimo di Guastaf3st3). Nel 2015 firmano per la Glory Hole Records e rilasciano Lovell House Pt.2.

Nel 2016 realizza Dead Poets, progetto particolarmente apprezzato nell’underground, che radunava ben 30 rapper all’interno del progetto. Nel 2018, a due anni di distanza, realizza Dead Poets II: il secondo capitolo vede la luce sotto forma di doppio album, con ben 60 artisti coinvolti.

Share
Share