“Iniezione Musicale” è il titolo del primo album del progetto Cal-Ice, fuori per Mandibola/Irma Records e disponibile in streaming e sui digital store.

Cal-Ice è il nome del duo formato dal leggendario produttore Ice One e dalla giovane artista Cal. L’incontro artistico tra i due ha dato vita ad un disco eclettico, che unisce il sound classico a delle atmosfere futuristiche, in un turbinio di stili ed influenze che spaziano dal jazz al funk, passando per l’elettronica e altro ancora; pienamente in linea con l’approccio alle produzioni di Ice One, diventato ormai seminale e iconico. La giovane CaL, artista a trecentosessanta gradi – è rapper, pittrice, poetessa e compositrice –, dà vita ad una narrazione articolata, di spessore, che tocca moltissimi argomenti senza limitarsi ad un unico filo conduttore.

In “Iniezione Musicale” coniuga in maniera equilibrata l’hip hop, la slam poetry e la poesia classica, affrontando temi che vanno dall’introspezione personale e la ricerca di sé, alla presa di coscienza sociale, con ampie riflessioni su concetti fondamentali nella società odierna come il rispetto dei diritti umani fondamentali e il ruolo delle donne nella società stessa. La leggerezza della sua voce e l’approccio quasi anacronistico alla scrittura rendono l’intero progetto un unicum all’interno del panorama rap italiano, completamente slegato dai trend sonori del momento e anzi, fiero custode di una scuola di scrittura e interpretazione dell’hip hop legata a gruppi leggendari come gli A Tribe Called Quest, Grand Puba, Digable Planets – tutti artisti i cui stili hanno ispirato “Iniezione Musicale”.

L’album, composto da 12 tracce, è stato registrato presso il Casse Rotte Studio di Dj Ceffo, mentre è stato masterizzato dallo stesso Ice One al K-Pax Edit Block. L’artwork della cover è stato realizzato dalla stessa CaL.

Ascolta “Iniezione Musicale” il nuovo album di Cal & Ice One

Carlotta Cecchinato, conosciuta anche come CaL, è una poetessa, pittrice, musicista e compositrice di origine veneta.Ha studiato canto Jazz, ed è anche una polistrumentista; ha partecipato a diversi contest ed eventi nazionali sia di musica Jazz che Hip Hop. Dal 2014 in poi incide vari demo e tracce, con vari producer, tra cui la memorabile “Contributo” prodotta da Dj Stamba e CaL.

Nel 2017 partecipa su invito al premio Alberto Dubito al Cox di Milano. Nel 2018, alla luce della qualità della performance dell’anno prima, viene invitata a suonare come guest, insieme ad Iceone, alla giornata in memoria di Alberto Dubito tenutasi al Django di Treviso.

Ice One, inizia la sua attività di DJ nel 1982, all’età di 15 anni. Già nel 1983 incomincia a far risuonare il suo nome in tutta Italia, come pioniere di serate solo hip hop o electrofunk. Nel 1986 pubblicò con il gruppo Unpercento il pezzo C’mon Y’All (To the Beat Y’All) che fu selezionato per le finali del Festival di Castrocaro. Nei primi anni novanta formò il gruppo musicale Power MC’s assieme a Duke Montana e Julie P, primo progetto rap in lingua inglese che pubblica diversi brani e che produce anche altri artisti come i South Force, Charlie Jay e DJ Style (conosciuto anche come DJ Stile); il gruppo pubblicò successivamente un EP nel 1991, intitolato Power to the People. Nel 1990 è apparso nel programma televisivo Fantastico, condotto da Jovanotti. Nel 1994 Ice One conosce Il Danno, La Beffa (nome poi cambiato in Masito Fresco) e Piotta, formando insieme la Taverna Ottavo Colle, poi divenuto Colle der Fomento.

Ha inciso per Mandibola Records/Irma Records l’album solista B-Boy Maniaco nel 1995. Nel disco sono contenute varie partecipazioni di altri artisti, come Il Danno, La Beffa e La comitiva, gruppo collettivo formato assieme a Riccardo Sinigallia, Francesco Zampaglione dei Tiromancino, DJ Stile e David Nerattini. Nel 1996 pubblica il secondo lavoro da solista, stavolta sotto lo pseudonimo di DJ Sensei, intitolato Crescendo: The Dark Side of Funk, pubblicato da Irma Records. L’album presenta delle influenze hip hop mischiate con l’elettronica. Nello stesso anno pubblica per la Mandibola Records, casa legata alla Irma, Odio pieno, album d’esordio dei Colle der Fomento. Dopo il successo del disco nel 1997 la Virgin Records ne pubblicò una ristampa, con l’aggiunta di quattro bonus tracks. Sempre per la Virgin esce nel 1999 l’album Scienza doppia H, che segna anche il suo allontanamento dal gruppo, venendo sostituito da DJ Baro poco dopo la pubblicazione del disco. Sempre nel 1999 pubblica l’album d’esordio con La Comitiva, Medicina buona. Partecipa anche alla colonna sonora di diversi film: Torino Boys, Paz!,[2] Le amiche del cuore, Amatemi. Entra anche nel mondo dei videogiochi grazie al pezzo Musica Grande, scelto da Electronic Arts per il videogioco FIFA Football 2004. Ha collaborato in varie forme (remix, produzioni, coproduzioni e concerti) con vari artisti italiani, quali Fluydo, Frankie hi-nrg mc, Tiromancino, Afrika Bambaataa, Public Enemy, 99 Posse, Assalti Frontali, la Pina, Flaminio Maphia, Esa, Elisa. Nel 2014 ha partecipato al documentario Numero zero – Alle origini del rap italiano, mentre nel corso dell’anno successivo ha collaborato con Don Diegoh alla realizzazione dell’album Latte & sangue, uscito il 9 ottobre dello stesso anno attraverso la Glory Hole Records. È presente, insieme a molti esponenti della scena underground italiana, nel video di Ce n’è degli Otierre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.