Spigoli è il nuovo video di Drone126, in uscita per Asian Fake e disponibile da oggi giovedì 7 giugno su YouTube. Il brano è solo l'ultimo tassello del mosaico dellaLovegang: un gruppo di amici, una crew di artisti, riunitasi a Roma per raccontarsi e raccontare. Drone126 è il fil rouge del collettivo, attraverso produzioni che esaltano il talento di ciascun membro.

SPIGOLI è una canzone che parla di emarginazione e malessere giovanile.  Uno sguardo spietatamente realista su una notte qualunque di una vita caotica e tormentata, che attraverso la poetica di Ugo Borghetti assume i tratti di una turbolenta epopea nel disagio esistenziale di un individuo che ha voltato le spalle alla società. È la ballata di un lupo solitario che tenta di rimanere a galla nella tempesta dei propri impulsi, come una bottiglia di peroni sballottolata tra le acque del Tevere. 

Rifacendosi alla tradizione della canzone popolare romana, gli accenti melodici diFranco126 conferiscono al pezzo una leggerezza malinconica che si contrappone alla natura ruvida e inclemente del testo. Le sonorità sintetiche e a tratti distorte della produzione di Drone126 riflettono invece la percezione deviata e il desiderio di astrazione di chi ha conosciuto ogni vizio, unendole con l'energia e le ritmiche ipnotiche della trap.

"'Quel fiume mi affascinava come un serpente affascinerebbe un uccellino spaventato' scrive Conrad in Cuore di Tenebra. E come nel celebre romanzo, anche nel ritornello di Spigoli è il fiume a farsi metafora della tentazione diabolica di una vita selvaggia e priva di limiti." (Drone126)

BIO
Drone126, nonostante la sue giovane età, è diventato il producer di riferimento della Lovegang, ma per farlo serve più dell’amicizia pregressa: finiti gli anni del liceo Adrian si trasferisce a Berlino, dove studia ingegneria del suono, alimenta l’interesse per l’elettronica e la D’n’B aprendosi contemporaneamente all’hip-hop, in un modo più approfondito di quanto non avesse fatto a Roma, dove lungo le cuffiette correva soprattutto la rabbia del TruceKlan e del Rap old school che ha fatto la storia della capitale. La permanenza in Germania segna una svolta artistica: è lì infatti che conosce Il Tre, produttore romano che presenta Drone a Gemitaiz facendo così nascere una collaborazione che sfocerà in “Rap Doom”. Sempre a Berlino Drone126 inizia a collaborare con Ketama126 al suo primo disco, “Ketam City”, raccogliendo del materiale che si rivelerà utile anche per il successivo “Oh Madonna”, di cui cura diverse produzioni. Tornato in Italia Adrian porta con sé studio ed esperienza, ha tessuto nuovi rapporti senza però mai smettere di collaborare con quei vecchi amici che ora vede lanciati nel mondo della Musica: Franco126, Carl Brave, Pretty Solero, Asp126, Ugo Borghetti e lo stesso Ketama. Soprattutto ha un progetto in mente: “Ho capito che io e i ragazzi dovevamo fare qualcosa per noi stessi e per la Città. Soprattutto volevamo dare sfogo a un’esigenza espressiva, creare uno spazio di resistenza al deserto che spesso abbiamo visto intorno a noi.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.